L’urolitiasi del bovino da carne rappresenta la tipica patologia tecnologica  ed alimentare che accompagna questo tipo di allevamento. Al di là di rari eventi secondari come la presenza di eventuali infezioni alle vie urinarie, carenze vitaminiche, scarsità di acqua  od ingestione di elevate quantità di ossalati e silicati, tale patologia trova la sua principale causa nelle moderne metodiche di...

Lo sviluppo di patologie a carattere endotossiemico derivanti da infezioni provocate da batteri gram negativi, rappresentano un notevole danno economico nell’allevamento bovino. La mastite bovina causata da batteri coliformi è un serio problema a causa della sua evoluzione, a volte fatale e per la difficoltà di un suo controllo con le comuni formulazioni antibiotiche ad uso endomammario. La...

L’attività zootecnica intesa come produzione di latte o di carne, basa il suo successo per evidenti ed ovvi motivi sulla fecondazione delle femmine delle specie interessate ( bovini, suini, caprini, ovini, equini ecc. ) e della portata a termine della loro gestazione. La fecondazione avviene quando lo spermatozoo riesce ad incontrare l’ovulo, a penetrarlo ed ad annidarsi sulla parete...

Dalla fisica classica sappiamo che l’energia posseduta da un corpo, è il lavoro che questi puo’ compiere, vale a dire la forza moltiplicata per il suo spostamento. Se quindi abbiamo il suddetto corpo posizionato staticamente su un piano, la sua energia è pari alla sua forza peso moltiplicata per lo spostamento in caduta liberà che effettuerà. Esaurite le uniche...

Gli esseri viventi appartenenti al mondo vegetale ed alcuni microrganismi, sono in grado di produrre carboidrati partendo da acidi grassi. Gli animali invece non possono effettuare sintesi netta di glucosio da acido acetico od acidi grassi in quanto gli atomi di carbonio sono perduto sottoforma di anidride carbonica nel ciclo degli acidi tricarbossilici che avviene nei mitocondri. In poche...

Gli stati febbrili od influenzali, per lo piu’ riconducibili ad infezioni virali, sono la norma durante la stagione fredda nei nostri allevamenti zootecnici. A partire da novembre, fino a marzo-aprile, la possibilità di incorrere in questa semplice ma costosa malattia è frequente. Gli animali, in parte immunodepressi per il notevole sfruttamento, sono facilmente attaccabili dai virus. Uno stato febbrile, dura 3-4...

Introduzione. Il tessuto muscolare riveste un notevole interesse dal punto di vista zootecnico perché contribuisce in maniera preponderante alla produzione di quella che dal punto di vista alimentare e commerciale viene chiamata carne e che sviluppandosi insieme al tessuto osseo, contribuisce al determinismo dell’accrescimento somatico in toto. Senza nulla togliere all’importanza strategica dell’alimentazione, della nutrizione e della gestione ai...