AGOLIN RUMINANT

MECCANISMO DI AZIONE DI AGOLIN ED INFLUENZA SUL TENORE DI GRASSO NEL LATTE.

Il rumine è un potente fermentatore e degradatore.  La fermentazione batterica  avviene per definizione a carico degli zuccheri semplici in assenza di ossigeno, mentre la degradazione è a carico delle proteine.

Concentriamoci sulle fermentazioni: gli zuccheri semplici fermentando si trasformano in acido propionico o acido acetico a seconda che a fermentarli siano rispettivamente batteri amilolitici o cellulosolitici; questi a loro volta sono in numero diverso a seconda della dieta. Maggiori gli amilolitici in lattazione, viceversa maggiori i cellulosolitici in asciutta. Ricordarsi  che la quantità di acido acetico prodotta è sempre maggiore di quella propionica perché…sono ruminanti.

Durante la produzione di acido acetico a differenza di quella di acido propionico vengono prodotti anche acido formico ed anidride carbonica.  L’acido formico ha formula chimica HCOOH e dissociandosi in ambiente ruminale produce CO2 e H2.  Il CH4 (metano) è ottenuto principalmente dalla riduzione della CO2 con idrogeno libero nel rumine o con l’idrogeno che proviene dall’acido formico. La sintesi di questo gas nel rumine è operata dai Methanobacter ruminantium che utilizzano principalmente CO2 e idrogeno libero nel rumine (4 H2  +  CO2  →  CH4  +  2 H2O).

La produzione di metano nel rumine è una perdita secca di energia (fino al 15% dell’energia lorda) da parte del ruminante. AGOLIN RUMINANT è stato studiato per ridurre queste perdite, sia impedendo la degradazione dell’acido formico e sia sottraendo H+ ai Methanobacter ruminantium. Perdite che prima o poi dovremmo considerare nel rispetto del trattato, protocollo  di Kyoto sulla riduzione dell’emissione degli inquinanti. 

 Effetto di Agolin Ruminant sull’emissione giornaliera di metano nelle vacche da latte

(Fonte: INRA, Francia, 2011)

La ridotta produzione di H+ dall’acido formico, promossa dall’azione di AGOLIN RUMINANT, ha come effetto positivo la diminuzione del fenomeno di bioidrogenazione degli acidi grassi insaturi che vengono trasformati in forma trans, diventando così tossici per i batteri cellulosolitici artefici della produzione di grasso nel latte.

Ecco spiegato perché AGOLIN RUMINANT è in grado di aumentare la quantità di grasso presente nel latte.

L’effetto è maggiore nella produzione di latte biologico dove sono vietati grassi protetti ( saponi ed idrogenati ), semi di cotone e farine di estrazione proteiche. L’utilizzo esclusivo di panelli proteici fa si che la bovina ingerisca anche 400-500 grammi di olio, che, essendo ricco di acidi grassi insaturi e quindi più suscettibile alla bioidrogenazione, tende a deprimere la formazione di grasso nel latte.

Lo stesso si può verificare anche in diete per bovine da latte molto produttive laddove l’utilizzo di soia integrale tostata, pan germe di mais, distillers e farina di mais sono elevati con elevato apporto di grassi insaturi.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: